Chi siamo

CHI SIAMO?

Nasciamo come collettivo bio-politico FuxiaBlock nel 2006 a Padova. Siamo un laboratorio di ricerca e autoformazione, che si occupa di queer studies, sessualità e diritto alla salute.
A partire dalla storia e dalle pratiche del femminismo italiano, dalle riflessioni sulla decostruzione dei generi e delle imposizioni sociali che attraverso questi ci costringono in ruoli predefiniti, e dalla consapevolezza che i nostri desideri e bisogni non possono essere soddisfatti dall’attuale welfare state, ci siamo interrogat@ su nuove pratiche politiche e forme di mobilitazione. Abbiamo così dato vita alla Queersultoria, un progetto di consultorio autogestito 3.0 (o di nuova generazione), che ha trovato casa negli spazi occupati del Laboratorio Bios, progetto all’interno del quale il Fuxia Block si è costituito e ha preso vita. La Queersultoria intende essere uno spazio di informazione critica e orientamento di genere, partecipativo e soggettivante, luogo di confronto e di sperimentazione, di produzione e diffusione di saperi vivi.

 

COSA FACCIAMO?

L’autoformazione è lo strumento principe della nostra produzione teorica, nell’ottica di una costruzione di un sapere critico, di pratiche conflittuali, di una condivisione di saperi a partire dai bisogni e dai desideri delle soggettività che attraversano il nostro spazio e interagiscono con noi. Proponiamo incontri tematici di discussione e laboratori esperienziali sulla sessualità, sull’autodeterminazione dei corpi, sulle relazioni e sulla violenza insita in esse, sui desideri e sulle emozioni, sulle molteplici performance di genere, sui paradigmi medicalizzanti e di cura. Inoltre, utilizziamo l’autoinchiesta e l’inchiesta come strumenti metodologici di mappatura e di studio del reale.
All’interno della “Queersultoria” ci siamo interrogat@ per ridefinire collettivamente il concetto di salute e di benessere sulla base dei nostri bisogni e delle nostre vite precarie, prive di reddito, di casa e piene di ricatti e di controllo sui corpi sessuati. Abbiamo messo a disposizione del quartiere e della cittadinanza un centro di documentazione e spazio informativo sulle tematiche di cui ci occupiamo, che prevede la possibilità di consultazione di libri, riviste e di materiali autoprodotti per tutt@ coloro abbiano desiderio di informarsi, approfondire, confrontarsi o fossero solo curios@ di avvicinarsi a temi quali la sessualità (contraccezione, prevenzione, erotismo, pornografia e sex toys), l’orientamento sessuale e di genere, i femminismi, l’educazione al genere. Numerosi progetti hanno preso vita a partire dall’incontro con chi ha attraversato in questi anni la queersultoria: percorsi di educazione alle differenze dedicati ai più piccoli, spazi di riflessione sulle nuove forme di genitorialità, un laboratorio quasi di danza che si propone di scoprire e riscoprire il corpo, di generare e rigenerare le identità, attraverso il movimento e la relazione con gli altri. E molto altro è ancora da costruire!